App Payback: Cos’è, Come Ottenere Sconti tramite Geolocalizzazione

Il mondo digitale offre un nuovo punto di incontro tra consumatori e aziende grazie alla nuova App Payback, che ha il duplice vantaggio di fornire visibilità ai partner coinvolti nel progetto – Carrefour, Allianz, Bricofer, Rosso Pomodoro e altri – e di consentire ai consumatori l’accumulo di punti tramite gli acquisti quotidiani. I punti potranno essere poi convertiti in sconti, giftcard e/o i premi presenti nel catalogo: dai prodotti per la cura del corpo (Philips), agli accessori per lo sport (Arena), per la cucina, esperienze outdoor, biglietti per il cinema, accessori di scuola per i più piccoli, donazioni solidali e tanto altro.

La Fidelity Card Payback: Cos’è e Come Funziona?

Tutti i consumatori almeno una volta nella vita avranno registrato i propri dati presso un esercente in cambio di una fidelity card, ma talvolta il primo ostacolo è stato quello di compilare frettolosamente l’interminabile modulo cartaceo. La Fidelity Card di PayBack, invece, non solo è totalmente gratuita ma propone due alternative di registrazione: la forma cartacea, presso i negozi fisici dei partner, e quella digitale, scaricando l’App Payback sul proprio smartphone, avente sistema IOS o Android, che fungerà da vera e propria carta digitale con numero e codice a barre personale.

L’App Payback mai come ora arriva in soccorso delle persone e della loro necessità di essere tutelate dal contatto – grazie al solo uso dello smartphone – agevolando allo stesso tempo il consumatore nel conteggio dei punti accumulati e nell’ attivazione dei coupon utilizzabili sia per lo shopping online che per quello fisico, senza limitazioni spaziali e temporali.

L’utilizzo di questi ulteriori buoni, spendibili in fase di pagamento, incentiva l’accumulo di punti sulla propria carta: più coupon, più punti, più vantaggi e possibilità periodiche di accumulare punti extra. 

APP Payback
App Payback: cos’è e come funziona

I Partner del Progetto Payback

La carta fedeltà Payback è stata pensata sin dall’origine come multipartner, dunque una sola carta per ottenere vantaggi da più settori con il coinvolgimento di una vasta gamma di brand conosciuti in tutto il mondo. Tra i colossi partner del progetto è possibile citare aziende aventi attività fisiche e/o online come Mondadori, Esso, Edison, Bricofer, Gruppo BNL, Grand Vision, Old Wild West, Pittarosso, Carpisa, Costa Crociere e molti altri consultabili sul sito ufficiale; ma anche partner legati al solo shopping online tra cui Booking, Shein, Groupon, Asos, Bershka, Etsy, Ebay, AliExpress e piattaforme che erogano corsi come Accademia Domani. 

Come Ottenere Sconti

Il primo step da effettuare è la registrazione online tramite sito, app o nel punto vendita scelto. In questo caso faremo riferimento a quella tramite l’App Payback: una volta scaricata è necessario effettuare la registrazione scegliendo il tipo di carta ad esempio “Carta Payback”, ma è possibile scegliere anche quella di un determinato partner. Successivamente si dovranno inserire email e password, in modo da proseguire con la registrazione dei dati personali – questo consentirà inoltre di visualizzare offerte in linea con la nostra profilazione – ed ottenere infine il numero della carta digitale

La home page vede in basso la presenza di una barra di strumenti ripartita tra le novità, i coupon attivati, il codice a barre della carta, lo shop online e la sezione Altro – in cui visionare punti vendita, partner, punti accumulati, premi, lista acquisti e il Payback Go

La sezione Novità consente di scoprire le nuove offerte presso i vari esercenti coinvolti, le corrispondenti offerte attivabili con le tempistiche di validità e la spiegazione circa i punti ottenibili per i successivi acquisti. La versione digitale dei coupon garantirà inoltre l’accumulo di punti extra per ciascuno di questi buoni, a differenza di quelli cartacei che saranno validi solo una volta.

Un’ulteriore opportunità riservata ai possessori di carta Payback è quella di poter richiede l’attivazione della carta di pagamento American Express, partner del progetto anch’essa, con una quota annuale pari a zero ma con la garanzia di ottenere

  • 1 punto Payback ogni 2 euro di spesa, anche presso sedi non affiliate, ed il doppio dei punti presso i partner;
  • assicurazione per la protezione degli acquisti;
  • assistenza clienti sette giorni su sette e 24 ore su 24;
  • servizi per i trasporti
  • una carta in aggiunta per ottenere ancora più punti.

Maggiori dettagli sulle procedure di attivazioni sono disponibili all’interno del sito payback, nella sezione Carta Payback American Express

Payback Go
Payback Go: come ottenere sconti tramite geolocalizzazione

Payback Go: Cos’è e Come Funziona

Nella sezione Altro dell’applicazione App Payback compare la possibilità di attivare la Payback GO, ma in cosa consiste esattamente?

Tale funzionalità è un’ulteriore upgrade della piattaforma tale per cui il consumatore/utente, attivando l’opzione sull’app e la posizione sullo smartphone, potrà usufruire della geolocalizzazione del device per ottenere un suggerimento sui coupon attivabili in quel dato negozio fisico. L’app geolocalizza dunque la prossimità del cliente ad un dato negozio in modo da fornire indicazioni sulle offerte spendibili in loco!

Nel momento in cui il consumatore riceverà la notifica con il logo del brand nella sezione Notizie, avrà la certezza che quello è uno dei partner aderenti a Payback Go. Una modalità semplice e veloce per rintracciare i propri buoni senza doverlo fare manualmente e senza dover pagare nessuna commissione perché questa ulteriore attività è gratuita, come il resto delle altre proposte di Payback, ma è attivabile solo tramite app.

Considerazioni Finali

L’utilizzo della nuova App Payback, come anche dello stesso sito dedicato, è semplice, intuitivo e facilmente comprensibile con una grafica essenziale ma allo stesso tempo confortevole e familiare. Non richiede inoltre grandi modifiche alle abituali modalità di acquisto del consumatore, al contrario incentiva il risparmio fornendo un input alla capacità di spesa tenendo conto anche del potenziale aumento dei prezzi dei beni di consumo attuali.

Leave a Reply