Axerve POS di Banca Sella: Easy e Premium, Come Funziona, Costi e Commissioni, Funzioni

Complice una normativa giuridica che limita, di fatto, la circolazione di denaro contante ed un’evoluzione continua delle piattaforme digitali, oggi, la maggior parte dei piccoli negozi giuridici che hanno come scopo la compravendita di beni e servizi, avviene in misura prevalente tramite strumenti di moneta elettronica. La maggior parte degli esercenti, dunque, avverte, come bisogno primario, la necessità di avvalersi di uno strumento che consenta loro di rendere agevole al consumatore il pagamento tramite carte di debito, carte prepagate oppure carte di credito (fisiche o virtuali).

Per molti, infatti, non disporre di un POS (acronimo di Point of sale) significa perdere potenziali contratti e guadagni; per questo motivo il mercato di tali strumenti appare in continua evoluzione e, anche gli Istituti di credito, hanno implementato la propria offerta generando una sorta di guerra dei prezzi riducendo progressivamente l’onerosità delle commissioni applicate sugli introiti realizzati mediante POS. Tra le numerose offerte disponibili, oggi, ci occupiamo di Axerve POS cercando di capire nel dettaglio di cosa si tratta, come funziona, quali sono i costi, a chi risulta più adeguato ed, infine, cosa ne pensano gli utenti del web.

Cos’è Axerve POS?

Si tratta di un servizio, proposto da Banca Sella, che consente, al titolare, di accettare e concludere pagamenti tramite strumenti di moneta elettronica in modo agevole e non troppo oneroso.

L’offerta di Banca Sella, di fatto, cerca di porre ordine in un mercato di riferimento piuttosto articolato, complesso e non sempre chiaro.

Volendo semplificare il concetto possiamo definire Axerve POS come un terminale portatile (realizzato da Ingienico leader di mercato del settore) dotato di una scheda dati integrata che consente di ricevere pagamenti sia in una sede fissa che in mobilità. Il terminale è di ingombro ridotto, facilmente trasportabile ed è dotato di una tecnologia avanzata che consente di accettare pagamenti sia mediante strisciata della carta che con servizio contacless. Il POS interagisce positivamente con tutti i circuiti disponibili (Visa, Mastercard, Maestro, etc. etc.) e anche con le nuovissime applicazioni telefoniche che consentono di effettuare pagamenti via smartphone (Apple Pay, Samsung Pay e Google Pay).

Axerve Pos
Axerve Pos

Benchè di dimensioni contenute, il terminale, dispone di una batteria di 2200 mAh e di una stampante termica integrata che permette di stampare rapidamente la ricevuta di pagamento. Il funzionamento è intuitivo: è sufficiente digitare sulla tastiera POS l’importo della transazione, premere il tasto invio e strisciare la carta (o avvicinarla) per concludere l’operazione. Il terminale non dispone di cavi, ma funziona tramite una scheda dati il cui traffico telefonico è compreso nel canone applicato.

Richiesta del Pos Mobile

Richiedere Axerve POS è semplice e veloce. Il primo passo da compiere è collegarsi alla piattaforma internet ufficiale ed effettuare la propria registrazione. Per concludere agevolmente questo primo step è necessario tenere a portata di mano due documenti di identità in corso di validità che potrai fotografare direttamente oppure allegare facendone scansione, un documento reddituale (busta paga o estratto conto, una visura camerale per le ditte individuali e, in caso di società, i documenti di tutti i soci.

Conclusa positivamente la prima fase, ti sarà chiesto di scegliere a quale tipologia di contratto intendi aderire. Axerve POS è disponibile in due versioni:

  • Axerve Easy (consigliata per titolari con volume d’affari annuo fino a Euro 10.000)
  • Axerve Premium per volumi più elevati

La registrazione si intende conclusa quando avrai confermato il link che riceverai contenuto in una mail che ti sarà inviata al termine dell’inserimento di tutti i dati richiesti. Con la registrazione sul sito ufficiale, naturalmente, avrai ottenuto anche uno User Name da utilizzare per consultare on line il tuo profilo disponibile anche in applicazione telefonica.

Il terminale POS arriverà al domicilio indicato nell’arco di qualche giorno. L’offerta Banca Sella è disponibile sia per chi è già titolare di rapporti con l’Istituto di Credito sia per nuovi clienti. Va precisato, comunque, che l’accensione di un contratto POS non vincola il richiedente ad avere titolarità di un conto corrente presso Banca Sella poichè gli incassi vengono canalizzati su qualsiasi Istituto.

Come attivare Axerve POS?

Il terminale POS giunge al domicilio del richiedente già configurato e pronto all’uso. In caso di incertezze, comunque, è possibile contattare l’assistenza clienti o richiedere l’intervento gratuito di un tecnico specializzato.

Costi, Tariffe e Commissioni

La vera novità del contratto POS Axerve risiede nelle condizioni economiche applicate. Gli incassi POS (indipendentemente dalla carta utilizzata) sono privi di commissioni di incasso con un considerevole risparmio economico per gli esercenti; l’unico impegno economico richiesto al titolare, infatti, è il pagamento di un canone mensile che varia in relazione al contratto scelto:

  • Versione Easy con transato annuo da 0 a 10.000 Euro: canone mensile di Euro 15 IVA esclusa
  • Versione Premium con transato da 10.000 a 30.000 Euro: canone mensile di Euro 20 IVA esclusa
  • Oltre 30.000 euro di transato annuo: canone mensile di euro 20 più 1% di commissioni sul transato oltre 30.000

Il costo di attivazione del POS (imposto di bollo) è di Euro 16,00. Axerve POS, per queste sue peculiarità, è particolarmente indicato per piccoli e medi imprenditori con volumi d’affare circoscritti entro i 30.000 annui.

Le opinioni dal web sono lusinghiere; i consumatori evidenziano una chiarezza e trasparenza nelle condizioni contrattuali proposte ed una procedura internet efficace e snella. L’applicazione specifica è intuitiva e consente di esportare i dati, stamparli o trasferirli, ad esempio, al proprio commercialista con agilità burocratica.

Leave a Reply